sabato, Novembre 26

Poesia

Dio avrebbe detto:
Poesia

Dio avrebbe detto:

Smetti di pregare e di batterti il petto. Quello che voglio che tu faccia è che tu esca, vada nel mondo a goderti la vita. Voglio che tu goda, che canti, che ti diverta e che approfitti di tutto quello che ho creato per te.Smetti di andare in quei tempi lugubri, oscuri e freddi che tu stesso hai costruito e che dici che sono la mia casa.La mia casa è nelle montagne, nei boschi, nei fiumi, nei laghi, le spiagge. Lì è dove vivo e dove esprimo il mio amore per te.Smetti di incolparmi della tua miserabile vita; io non ti ho mai detto che c’era qualcosa di male in te o che eri un peccatore o che la tua sessualità era qualcosa di sbagliato. Il sesso è un regalo che ti ho dato, attraverso il quale tu possa esprimere il tuo amore, la tua estasi, la tua allegria. Quindi non incolpar...
Dostoevskij: è nella separazione che si capisce la forza con cui si ama
Poesia

Dostoevskij: è nella separazione che si capisce la forza con cui si ama

È nella separazione che si sente e si capisce la forza con cui si ama Il filosofo Fëdor Michajlovič Dostoevskij diceva sempre che in amore:  “È nella separazione che si sente e si capisce la forza con cui si ama" La separazione quando una coppia è in crisi a volte è l'unica strada per ritrovarsi. Solo nell'assenza dell'altro si capisce realmente l'amore che si prova e nell'assenza vengo a galla i reali sentimenti che si provano. Amare è un mestiere difficile e capire chi si ama davvero lo è altrettanti e nella separazione e nella mancanza dell'altro si capisce se esistono ancora dei sentimenti e di che natura sono.“Hanno pianto un poco, poi si sono abituati. A tutto si abitua quel vigliacco che è l’uomo!” Riuscire a capire l'amore non è facile e spesso molte persone n...
“Attraversa l’anima”: le poesie più belle di Charles Bukowski
Poesia

“Attraversa l’anima”: le poesie più belle di Charles Bukowski

ATTRAVERSA L'ANIMA Attraversa l’anima come una lama e ne sonda i paesaggi ora mesti, ora bui dove corvi neri come pece gracchiano così forte da grattarti le pareti del cuore.Percorre deliziosi giardini decorati da candide margherite e scaldati da un tiepido sole primaverile. Ma quando la sua linfa Giunta all’apice scoppia il foglio si macchia. Unico tampone per tale ferita.
Quando Dio creò l’amore, di Charles Bukowski
Poesia

Quando Dio creò l’amore, di Charles Bukowski

“Quando Dio creò l’amore”: la romantica poesia di Charles Bukowski Quando Dio creò l’amore non ci ha aiutato molto quando Dio creò i cani non ha aiutato molto i cani quando Dio creò le piante fu una cosa nella norma quando Dio creò l’odio ci ha dato una normale cosa utile quando Dio creò Me creò Me quando Dio creò la scimmia stava dormendo quando creò la giraffa era ubriaco quando creò i narcotici era su di giri e quando creò il suicidio era a terraQuando creò te distesa a letto sapeva cosa stava facendo era ubriaco e su di giri e creò le montagne e il mare e il fuoco allo stesso tempoHa fatto qualche errore ma quando creò te distesa a letto fece tutto il Suo Sacro Universo.
Pablo Neruda, “Sonetto XVII”
Poesia

Pablo Neruda, “Sonetto XVII”

Non t’amo come se fossi rosa di sale, topazio o freccia di garofani che propagano il fuoco: t’amo come si amano certe cose oscure, segretamente, tra l’ombra e l’anima.T’amo come la pianta che non fiorisce e reca dentro di sé, nascosta, la luce di quei fiori; grazie al tuo amore vive oscuro nel mio corpo il concentrato aroma che ascese dalla terra.T’amo senza sapere come, né quando, né da dove, t’amo direttamente senza problemi né orgoglio: così ti amo perché non so amare altrimentiche così, in questo modo in cui non sono e non sei, così vicino che la tua mano sul mio petto è mia, così vicino che si chiudono i tuoi occhi col mio sonno.