Chi dorme poco rischia di morire prima

Dormire poco la notte aumenta le probabilità di morte prematura e rischi per la salute

Se abitualmente la notte dedichi molto tempo a fare altre attività invece di dormire, una ricerca congiunta dell’Università del Surrey e della Northwestern University, pubblicata sulla rivista Chronobiology International sottolinea che hai più probabilità di andare incontro ad una morte prematura e con un’altissima probabilità a rischi per la salute.

Nel Regno Unito è stato condotto uno studio osservando per sei anni e mezzo gli stili di vita e le condizioni di salute di 502.642 persone di età compresa tra 37 e 73 anni (53% donne).

Le persone sono state valutate attraverso una singola domanda che chiedeva: “Ti consideri di essere” con le quattro opzioni (oltre a “Non so”):

  • sicuramente una persona mattiniera (Tipi definiti del mattino)
  • più una mattiniera che una persona notturna (tipi moderati del mattino),
  • più una notturna che una persona mattiniera (tipi moderati di notte)
  • decisamente una persona notturna (tipi definiti notturni).

Le persone che hanno dichiarato di dormire poco la notte e quindi si considerano persone “notturne” sono andate incontro a un rischio di morte superiore del 10% rispetto alle altre ed esposte a più fattori di rischio cardiovascolare e a tassi elevati di fumo e sovrappeso/obesità.

Evitiamo quindi per il bene della nostra salute di passare durante la notte troppo tempo davanti alla televisione o allo smartphone, in base alla propria età è necessario dormire le ore raccomandate. Non sono comunque regole ferree, se una persona si sente molto stanca per diversi motivi come il lavoro, una gara sportiva o per qualsiasi altra causa si può dormire di più.

Ecco una tabella illustrativa delle ore di sonno raccomandate dalla National Sleep Foundation :

Tabella ore sonno
Fonte foto: https://sleepfoundation.org/