Signal For Help un codice per denunciare gli abusi

Signal For Help: La campagna di un’associazione canadese contro gli abusi domestici per aiutare le donne vittime di violenza.

Violenza domestica in aumento durante il Lockdown:

La campagna  Signal For Help nata in Canada si propone di offrire un nuovo strumento per tutte le persone in pericolo. Il lockdown in molti casi ha causato l’aumento della violenza di genere, molte donne che già erano vittime di violenza domestica sono risultate maggiormente vulnerabili essendo obbligate a lunghe permanenze in casa.

Questo segnale di aiuto si effettua con una sola mano verso una persona con cui siamo in collegamento visivo come dalla finestra o tramite una videochiamata. E’ necessario rivolgere il palmo verso la persona e poi piegare il pollice verso l’interno e alla fine chiudere le dita per fare il pugno, il risultato deve essere: pollice della mano piegato, quattro dita in alto e poi chiuse a pugno.

Signal for help

Bisogna saper riconoscere questo “gesto anti-violenza” per poter essere di aiuto oltre che saperlo usare. Frequentemente con un partner violento sempre in casa a causa della pandemia, le vittime non riescono a chiedere aiuto facilmente senza essere scoperte.

Sul sito “Women’s Funding Network” si parla della campagna Signal For Help, l’isolamento forzato ha generato la necessità di un gesto semplice e riconosciuto con cui una persona che si trova in pericolo può chiedere aiuto. La “Women’s Funding Network” in connessione con la “Canadian Women’s Foundation“, sta diffondendo sul web l’iniziativa per far capire a tutti come utilizzare questo semplice gesto quando si è in pericolo e si ha bisogno di aiuto senza dover parlare.

In Italia il Signal for help in Italia viene diffuso da molte associazioni tra cui Gengle di Giuditta Pasotto che ha realizzato un video per spiegare meglio come farlo e di cosa si tratta.